EMILIA ROAD CHAPTER   #9844

IERI, OGGI E DOMANI...UNA PASSIONE SENZA TEMPO !

  • NEWS
    NEWS
    Prossimo appuntamento MORE →
  • FOTO
    FOTO
    Guarda le foto dei nostri run MORE →
  • EDITORIALI
    EDITORIALI
    Leggi i ns editoriali piu' belli MORE →
  • il direttivo
    il direttivo
    2017 MORE →

EDITORIALE - 10 MAR 2013 - ROMPIGHIACCIO (By Lambo)

 

 

 

ROMPIGHIACCIO 2013

Incontrando persone che non si conoscono, capita a volte di finire a parlare del più e del meno e fra una cosa e l’altra, dire loro di essere un motociclista. La prima cosa ti chiedono è che moto guidi, ci sono solo due tipi di reazioni alla tua risposta: alcuni si illuminano e ti guardano sognanti, altri invece ti fanno smorfie strane come se avessero appena bevuto del succo di limone.

Lunedì mattina però, prendendo il caffè, le cose sono andate diversamente.

Ero con alcuni colleghi (quel tipo di colleghi che arriccia il naso quando si parla di Harley) e ci si stava raccontando del weekend appena trascorso, si davano le solite risposte alle solite domande, quando ad un certo punto arriva il mio turno e mi chiedono:

Loro: “ E tu invece? Cosa hai fatto? ”

Io: “ C’era il sole al mattino, così mi sono ritrovato con alcuni amici e abbiamo fatto un giro in moto.”

Loro: “ Un giro in moto? Ma se avevano previsto pioggia? Ma te sei matto! In quanti eravate, in due scommetto… tu e il tuo amico immaginario?! Ah ah ah!! ”

(Risata generale di tutti presenti)

La battuta era carina, rido anch'io, poi ritorno serio e dico loro: “ …eravamo in 360 "

Loro: “…… (colpo di tosse) ……”

Perché è silenzio e Rispetto quello che ti riconoscono gli altri quando inizi a parlare di 360 persone che con vento sole pioggia o neve, arrivano con 300 moto per dirtelo guardandoti negl’occhi che è forte la voglia di gire insieme a te e all’Emilia Road Chapter!

E la voglia di partecipare al ROMPIGHIACCIO quest’anno deve essere venuta a tanti perché la Domenica mattina davanti all’America Graffiti era una processione continua di amici venuti dai Chapter di Bassano, Bologna, Centotorri, Mantova, Mediolanum, Milano, Monza, Padova, Parma, Portofino, Ravenna, Treviso, Vicenza, Brescia e tanti altri amici da svariate province seguiti da chi all'ultimo aveva deciso di partecipare all'evento, facendo registrate il tutto esaurito!

È iniziata così la mattina fra sorrisi, saluti e senza accorgercene i Safety erano già al lavoro prendendo possesso delle prime rotonde.

Un cenno e le moto si accendono, in un ordine sparso e confuso che a passo d'uomo si raccoglie verso l'uscita del parcheggio. Sono tutti immobili, motori accesi. Il Tato, Director dell'Emilia Road, fa la spola tra i Safety per gli ultimi accorgimenti poi prende posizione all'inizio della fila, al centro della strada, ci siamo… in quel momento lo sai che stai per partire ed il rumore degli scarichi di 300 moto è ovunque e diventa assordante, a malapena si distinguono alcuni colpi di gas più rumorosi, qualcuno che fischia, qualcuno che urla, rumori confusi e dissonanti come un'orchestra che accorda gli strumenti poi... un segnale con la mano...

...e tutte le moto si accordano sulla stessa nota... quella di un filo di gas che ti ricorda il perché hai scelto un'Harley.

Le moto si distendono lentamente e danno vita ad una fila interminabile che a guardarla passare con attenzione, non si può fare a meno di notare che sono tante quest'anno le Ladies Of Harley che si preparano ad affrontare le curve delle nostre colline. Il Run infatti parte da Correggio e termina a Vezzano sul Crostolo, passando per Scandiano, Salvaterra, Casalgrande, Iano, Viano e Casina... l'ideale per "Rompere il ghiaccio"!

Si mangia bene e si ride parecchio fra i tavoli del ristorante del Podere Elisa, dove si ritrovano volti che il tempo ha reso in qualche modo amici. Durante il pranzo ci sono riconoscimenti e ringraziamenti da fare a chi ha scelto di condividere questa giornata con noi e a chi ha reso possibile questo evento che apre il 2013 con numeri importanti e significativi che confermano la risonanza del Chapter, del Direttivo ed il supporto discreto e determinate del Dealer.

È già ora di rientrare verso casa quando ci si rende conto che la pioggia che cade copiosa non è di quelle passeggere e allora non ci pensi, non ci vuoi pensare perché altrimenti non partiresti, indossi quello che hai nelle borse, tiri via il cavalletto e dai gas. Mi volto indietro ancora una volta per guardare tutte quelle moto e mentre mi allontano mi rendo conto che questi bikers si preparano a partire col sorriso anche andando in contro alla pioggia battente!

Bella gente questa, gente che ho voglio ritrovare presto!!

Lambo

GUARDA LE FOTO !